Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

25-10-2006

Volevo togliermi una curiosità. mio zio, che è

Volevo togliermi una curiosità. Mio zio, che è stato infermiere all'ospedale per i malati di mente Frullone di Napoli per circa 35 anni, mi diceva l'altro giorno che ha una "specie di epatite C latente" che la maggior parte degli infermieri hanno come conseguenza del loro mestiere. La sua dottoressa gli ha infatti spiegato che deve essersi punto, diversi anni fa, con qualche ago da persona infetta e che questo ha suscitato anticorpi ma non la malattia. E' possibile questa cosa? E' una spiegazione plausibile? e se così fosse, è certo che non svilupperà mai la malattia? Grazie per l'esauriente risposta che vorrà darmi.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Sulla scorta di quanto riferisce non ci è dato poter esprimere una opinione in merito. Tuttavia, la presenza di anticorpi per l’epatite C solitamente indica la presenza di infezione in atto. Raramente rappresenta una condizione di protezione dalla infezione. Pertanto è consigliabile non sottovalutare il problema ed eseguire tutti gli esami di approfondimento necessari, tra cui, in primo luogo, la ricerca del virus nel sangue, cioè il test HCV-RNA di tipo qualitativo.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!