Calcoli biliari

Un calcolo biliare è una struttura solida o concrezione che si forma in una cavità corporea preesistente come la colecisti o la pelvi renale e spesso costituita da sali organici ed inorganici. I calcoli sono solitamente multipli, sferici e simili a dei ciottoli, mentre a volte possono acquisire la forma della cavità in cui si sono sviluppati. Calcoli biliari sono concrezioni formate principalmente da colesterolo, pigmenti biliari o un misto di questi due, che si trovano nella colecisti o nell’albero biliare.
 

Formazione di calcoli alla bile

I calcoli biliari sono un problema molto diffuso. Molti di questi calcoli sono così piccoli che vengono espulsi attraverso l'apparato digerente senza causare sintomi. I calcoli biliari possono svilupparsi nella colecisti, un piccolo organo a forma di pera situato sotto il fegato, nella parte destra dell'addome, e collegato al fegato e all'intestino tramite piccoli canali, o dotti. La colecisti serve da serbatoio di deposito per la bile prodotta dal fegato. La bile, o succo digestivo, è un liquido enzimatico che aiuta il corpo a disgregare i cibi ricchi di grassi. Quando si mangiano cibi grassi, la bile attraversa i dotti e si riversa nel piccolo intestino per facilitarne la digestione. La bile è formata da un insieme di sostanze, come acqua, colesterolo, lipidi, sali biliari e bilirubina. Se questa composizione si altera, per esempio è troppo ricca di colesterolo, nella colecisti si formano cristalli che poi si induriscono. Se questi cristalli, o calcoli biliari, continuano a crescere, possono causare un dolore molto intenso quando passano nelle piccole aperture dei dotti per finire nell'intestino. I sintomi da calcoli biliari possono includere un dolore intenso e persistente nella parte superiore dell'addome, nausea e vomito. Per curare i calcoli biliari, è necessario rivolgersi a un medico.