Può un libro rivelarsi utile ed efficace per superare la depressione? I ricercatori dell'Università di Glasgow guidati da Christopher Williams sono certi di sì e avrebbero trovato conferma di questa teoria nei risultati di uno studio che ha visto coinvolti duecento pazienti con diagnosi di depressione.

La metà del campione ha seguito una Terapia standard con farmaci e psicoterapia, mentre l’altra metà ha affiancato alla terapia farmacologica la lettura di libri di auto-aiuto (manuali volti ad aumentare l’autostima, a gestire i problemi di insonnia o a stimolare le emozioni positive) e la partecipazione a tre sedute con consulenti che li hanno aiutati a mettere in pratica le tecniche contenute nei libri.

Lo studio ha mostrato che dopo quattro mesi di follow up i pazienti che si erano affidati ai libri di auto-aiuto avevano livelli di Depressione più bassi rispetto a quando erano stati arruolati nello studio e anche rispetto ai pazienti trattati con la sola terapia farmacologica e psicoterapia. Commentando questi risultati sul quotidiano The Guardian, lo studioso Des Spence azzarda: per curare la depressione vengono ormai prescritti troppi antidepressivi e con troppa leggerezza, e il rischio è quello di arrivare ad una sorta di 'infelicità medicalizzata'.

Lo studio scozzese non solo ha confermato l’efficacia della terapia cognitivo-comportamentale nel trattamento della depressione, ma ha suggerito, inoltre, che questo approccio terapeutico può essere efficace anche utilizzando i libri di auto-aiuto basati su questa stessa metodica. Ma come si scegliere un libro di auto-aiuto che sia davvero efficace ed utile?

Gli esperti raccomandano di acquistare solo testi che hanno ricevuto l’approvazione di organizzazioni professionali o che vengono esplicitamente indicati dal proprio medico.

Ad esempio il Royal College of Psychiatrists britannico ha portato avanti un progetto chiamato Books on Prescription che elenca dei libri basati sulle linee guida della terapia cognitivo-comportamentale che possono essere utili per la cura di trenta disturbi, dalla bassa autostima all’elaborazione di un Dolore, fino alla gestione dell’ansia.