Sono sempre più numerosi gli studi che osservano il modo in cui le dinamiche sociali nell'ambiente lavorativo influenzano produttività e qualità del lavoro. L'ultima interessante teoria è firmata da Daniele Barbone, autore del libro dal titolo “Runner si diventa: dall'ufficio al deserto”, edito da Corbaccio. La sua idea è semplice: fare sport insieme, in particolare fare jogging, contribuisce a migliorare l'ambiente lavorativo, rendendolo più efficiente e competitivo. Barbone ha testato con mano questa IPOTESI nella sua vita quotidiana da manager e uno studio recente pare dargli ragione.Un'analisi condotta da un gruppo di psicologi del lavoro, guidati dal presidente dell'associazione di psicoterapeuti, Serenella Salomoni, ha esaminato 40 aziende grandi e piccole per giungere alla conclusione che correre almeno due ore tutti insieme contribuisce ad allentare le tensioni in ufficio.


Non solo, praticare questo sport insieme a capi e colleghi ha prodotto, nelle aziende esaminate:

  • un calo del 54% delle discussioni e litigi tra colleghi;
  • un aumento del 55% della produttività;
  • un calo dell'utilizzo compulsivo degli strumenti tecnologici.

E ancora: il 77% dei partecipanti ha ammesso che sta più volentieri in ufficio, il 53% lavora meglio in squadra e nei lavori di gruppo, nel 33% dei casi le tensioni diminuiscono, il 43% si sente maggiormente vicino e solidale con i colleghi che hanno problemi personali.

Insomma, armandosi di scarpe da ginnastica e un pizzico di volontà, e uscendo a correre insieme ai colleghi un paio d'ore a settimana, non ci si assicurerebbe solo enormi benefici per quanto riguarda la salute ma ne trarrebbe giovamento anche la qualità della vita nell'ambiente del lavoro e le performance professionali. Attenzione, però, a non strafare. È importante iniziare con un breve tragitto per poi aumentare gradualmente il percorso.


Per approfondire guarda anche “Semplici esercizi da fare al parco”