23/02/2016

A Roma sperimentato un vaccino contro il mal di testa

a roma sperimentato un vaccino contro il mal di testa
Health & News
Scritto da:
Health & News
Contro il mal di testa sta per arrivare un vero e proprio vaccino. Lo hanno messo a punto gli scienziati  dell’Irccs San Raffaele Pisana di Roma che hanno utilizzato un anticorpo intelligente che neutralizza una sostanza fisiologica chiamata CGRP (Calcitonin Gene Related Peptide). Studi precedenti hanno scoperto che un eccesso di questa sostanza è collegato all'attacco di emicrania.

I ricercatori capitolini hanno anche sperimentato questo nuovo vaccino e i risultati ottenuti fino ad ora sono promettenti: dopo 3 mesi si è verificata una riduzione del 62% degli attacchi e una percentuale di responder del 74%.

Come funziona questa terapia?

La illustra Piero Barbanti, responsabile del Centro per la diagnosi e terapia delle cefalee e del dolore: l'anticorpo viene iniettato sottocute una volta al mese per alcuni mesi consecutivi e sembra avere non solo un effetto positivo, ma anche una buona tollerabilità. Nessun effetto collaterale significativo, al contrario delle terapie usate fino ad oggi che portano sonnolenza, aumento di peso e astenia.
 
Leggi anche:
Mal di testa, male italiano
Parlare di mal di testa è un po' come parlare di febbre: si tratta di un sintomo comunissimo, di cui solo pochi uomini sulla terra non hanno mai avuto esperienza, ma nel cui ambito possono celarsi innumerevoli malattie, alcune gravissime, altre banali, altre non gravi per la sopravvivenza fisica ma nefaste per la qualità della vita.
La sperimentazione con anticorpi monoclonali anti-CGRP per adesso è stata riservata a pazienti con emicrania cronica, cioè con attacchi che si verificano almeno 15 giorni al mese per 3 mesi consecutivi, ma nei prossimi mesi verrà sperimentato anche su soggetti che soffrono di emicrania episodica.

Davvero basterà un vaccino per curare i mal di testa?

Gli esperti avvertono: non è sufficiente liquidare la questione con una semplice iniezione. Il mal di testa è un disturbo di natura complessa che ha origine in una pluralità di fattori e quindi è necessario che il paziente tenga sotto stretto monitoraggio gli attacchi, eviti un abuso di analgesici e intervenga per mettere un freno alle condizioni che possono aumentare il rischio di emicrania, come stress, depressione, ansia, etc.

Per approfondire guarda anche "Emicrania"
TAG: Neurologia | Malattie neurologiche
Health & News
Scritto da:
Health & News