Roma, 31 lug. (AdnKronos Salute) - Non si placa la bolla di calore che attanaglia l'Italia. Nei prossimi due giorni la colonnina di mercurio segnerà un ulteriore rialzo e saranno ben 18 le città che raggiungeranno picchi di caldo da allerta massima. Domani e giovedì il 'bollino rosso' caratterizzerà Bologna, Bolzano, Campobasso, Firenze, Genova, Perugia, Pescara e Rieti, alle quali giovedì si aggiungeranno anche Brescia, Frosinone, Latina, Milano, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo. Lo segnala il bollettino sulle ondate di calore pubblicato oggi dal ministero della Salute.
Il 'bollino rosso' equivale al livello 3 di allerta (il più alto) che indica condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute delle persone sane e attive e non solo dei gruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone con malattie croniche.
Il 'bollino arancione' è previsto domani a Brescia, Frosinone, Latina, Milano, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo, e sia domani sia giovedì a Palermo. Giovedì 'bollino arancione' anche per Bari. Il livello 2 'bollino arancione' indica "condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute, in particolare nei sottogruppi di popolazione più suscettibili".