Logo Paginemediche
03 Aprile 2015
|
2 minuti

Epatite B: dall'OMS nuove linee guida. Forte spinta alle vaccinazioni pediatriche

Sì ai test diagnostici non invasivi e ai farmaci tenofovir o entecavir.

Dall'Organizzazione mondiale della sanità arrivano nuove linee guida sul trattamento dell'epatite B cronica, Infezione virale che ogni anno causa 650mila morti.

L’OMS suggerisce l'uso di pochi test non invasivi per valutare lo stadio della malattia; di dare priorità alle persone affette da cirrosi; di utilizzare come farmaci il tenofovir o l’entecavir perché presentano un bassissimo rischio di sviluppo di resistenze, sono facili da assumere e sono in commercio anche come equivalenti e, infine, raccomanda un monitoraggio regolare del cancro del fegato ma anche per valutare se il trattamento sta funzionando e se può essere interrotto.

Il documento dell’Oms prende in considerazione anche le esigenze di persone co-infette dall'Hiv, dei bambini, degli adolescenti e delle donne in gravidanza.

L’Organismo poi raccomanda che tutti i bambini siano vaccinati contro l'epatite B con una prima dose somministrata alla nascita, suggerimento rafforzato dai risultati raggiunti in Paesi come quelli asiatici, che hanno ridotto i tassi di infezione da Epatite B infantile, proprio attraverso la vaccinazione universale dell'infanzia. E questa, secondo l'Oms, è la sfida più importante e cioè garantire a tutti i bambini del mondo la protezione dal virus.

A tal scopo vi è anche l'utilizzo di siringhe intelligenti, cioè non riutilizzabili, che dovrebbe contribuire a ridurre il numero di nuove infezioni da Epatite B. Oggi nel mondo si contano circa 240 milioni di persone portatrici del virus dell'epatite B, i tassi di infezione più alti si registrano in Africa e Asia e le persone infette hanno un maggior rischio di morte per cirrosi epatica e tumore del fegato.

E’ vero che ci sono farmaci che impediscono lo sviluppo di queste patologie e che consentono ai malati di vivere a lungo, ma molte persone non possono accedervi e ricevono delle terapie insufficienti.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Roma (RM)
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Spinea (VE)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Cagliari (CA)
Specialista in Gastroenterologia e Medicina interna
Pisa (PI)
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Cagliari (CA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina interna
Prov. di Treviso
Specialista in Medicina interna
Prov. di Varese
Specialista in Medicina interna
Roma (RM)
Specialista in Pneumologia e Medicina interna
L'Aquila (AQ)
Specialista in Colonproctologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Cantù (CO)