Roma, 26 set. (AdnKronos Salute) - "Il confine indicato dalla Corte Costituzionale è limitato. A mio parere è troppo ristretto. La Corte costituzionale non è stata veramente coraggiosa". Così Maria Antonietta Farina, presidente dell'Istituto Luca Coscioni, parlando a 'Radio anch’io' su Rai Radio1. "La platea dei soggetti beneficiari dell’aiuto al suicidio sarà limitata a chi è capace di autodeterminarsi - ha aggiunto - a chi è affetto da patologie irreversibili ed è in grado di sopravvivere solo per mezzo di trattamenti di sostegno vitale. Rimangono fuori tantissime persone sofferenti perché si parla di una condizione di irreversibilità”.