Domenica 15 settembre sarà la XII Giornata Nazionale sulla SLA (#GN19). Anche nel 2019, in 150 piazze italiane si farà informazione e si raccoglieranno fondi per l’assistenza alle persone colpite dalla malattia.

Nella notte tra sabato e domenica, inoltre, molti monumenti italiani si illumineranno di verde, il colore di Aisla: l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica che organizza tutti gli anni gli eventi connessi alla giornata e che sarà presente nelle piazze con 300 volontari e 15mila bottiglie di vino Barbera d’Asti Docg di beneficenza. La Giornata Nazionale sulla SLA ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica ed è sostenuta dalla Lega Serie A, che ha previsto per la terza giornata del campionato di calcio del 14, 15 e 16 settembre la discesa in campo delle squadre con lo striscione di Aisla.

Giornata Nazionale SLA: in piazza per prendersi cura degli oltre 6mila malati

La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) è una malattia neurodegenerativa progressiva che colpisce i motoneuroni, cioè le cellule nervose cerebrali e del midollo spinale che permettono i movimenti della muscolatura volontaria. Ne sono colpite ogni anno circa 3 persone ogni 100mila. I malati in Italia sono oltre 6mila.

La Giornata Nazionale sulla SLA 2019 si chiama “Un contributo versato con gusto”: con un’offerta di 10 € sarà infatti possibile, domenica prossima, ricevere una delle 15mila bottiglie di Barbera d’Asti disponibili per la raccolta fondi grazie al contributo, fra gli altri, dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte e del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato. L’elenco delle piazze protagoniste della Giornata Nazionale sulla SLA e dei Comuni con i monumenti illuminati è consultabile sul sito dell’Aisla e sarà costantemente aggiornato nel corso di questa settimana.

I fondi raccolti saranno utilizzati da Aisla, presente sul territorio italiano con 64 rappresentanze territoriali e 300 volontari in 19 regioni, per l’Operazione Sollievo: progetto di sostegno gratuito ai malati di Sla con aiuti concreti, tra cui contributi economici per le famiglie in difficoltà che hanno bisogno di un assistente famigliare, strumenti per l’assistenza (letti speciali, comunicatori) e consulenze psicologiche legali e fiscali.

Con l’Operazione Sollievo, avviata nel 2013, Aisla ha destinato oltre 650mila euro raccolti grazie alle donazioni della Giornata Nazionale. Con i contributi è stato possibile aiutare circa 400 persone. Aisla ha inoltre contribuito alla sistemazione di lidi attrezzati per ospitare le persone con SLA in Emilia Romagna, Toscana, Liguria, Calabria, Puglia, Sardegna e Sicilia, che hanno consentito a oltre 1.000 famiglie di fare le vacanze al mare.

Giornata Nazionale sulla SLA: le città si accendono di verde per l’assistenza

Per il secondo anno, Fondazione Mediolanum Onlus sarà al fianco di Aisla per sostenere “Baobab”, il progetto dell’associazione, avviato nel 2018 e dedicato ai figli piccoli e adolescenti di persone con Sla, finalizzato a indagare l’impatto psicologico della malattia sui più piccoli e ad aiutarli con percorsi di psicoterapia. Lo scorso anno, infine, grazie al patrocinio di Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani, più di cento monumenti si sono colorati di verde in occasione della Giornata.

Anche quest’anno “Vogliamo gettare luce sulla SLA – dice il presidente di Aisla, Massimo Mauro – scendere nelle strade e nelle piazze per farla conoscere, cercare il sostegno della gente e aiutare le persone che ne sono colpite. Grazie alla Giornata Nazionale abbiamo potuto sostenere negli anni tante famiglie italiane e la ricerca scientifica su questa patologia che rappresenta la prima speranza per vincere la sfida più grande: la scoperta di una cura”.