La cannabis rende pigri i ratti

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Psychiatry and Neuroscience, l'esposizione al Thc, la sostanza psicoattiva della cannabis, rende i ratti meno attivi.
Roma, 24 ago. (AdnKronos Salute) - La marijuana rende i ratti pigri, secondo uno studio dell'Università della Colombia britannica (Ubc) pubblicato sul Journal of Psychiatry and Neuroscience. I ricercatori hanno effettuato dei test su 29 ratti per dimostrare che l'esposizione al Thc, la sostanza psicoattiva della cannabis, li rendeva nella maggioranza dei casi meno attivi.

Erano portati, per esempio, a compiere esercizi molto semplici per ottenere una ricompensa sufficiente. Mentre prima dell'esposizione preferivano esercizi più complicati per ottenere ricompense maggiori. Non è stata riscontrata, invece, nessuna differenza nella capacità di realizzare un compito.
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Reumatologia e Dietologia
Catania (CT)
Specialista in Tossicologia medica
Prov. di Milano
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Tossicologia medica
Sezze (LT)
Specialista in Anestesia e rianimazione e Tossicologia medica
Prov. di Roma
Specialista in Tossicologia medica
Prov. di Milano
Specialista in Malattie infettive e Tossicologia medica
Prov. di Torino
Specialista in Tossicologia medica
Prov. di Milano
Specialista in Gastroenterologia e Tossicologia medica
Prov. di Foggia
Specialista in Farmacologia medica e Tossicologia medica
Prov. di Milano
Specialista in Biochimica clinica e Tossicologia medica
Prov. di Milano