Berna, 8 mar. (AdnKronos Salute) - Crescere in campagna, meglio ancora in fattoria, aiuta a proteggersi dalle allergie di stagione. Ad avvalorare questa tesi uno studio realizzato sui topi da un gruppo di ricercatori guidati da Philippe Eigenmann degli Ospedali universitari di Ginevra, con il sostegno del Fondo nazionale svizzero. Gli studiosi hanno collocato dei ratti all'interno di una stalla a Vollèges, comune vallesano nei pressi di Martigny, per capire come questo ambiente modifica il Sistema immunitario e quindi come influisce sulla reazione allergica a Pollini o altre sostanze allergeniche.
I topi nati in fattoria hanno risposto in maniera meno marcata a un allergene artificiale rispetto a quelli nati in laboratorio. Lo studio ha rilevato che i roditori sistemati all'interno dello stabile quattro settimane dopo la loro nascita hanno beneficiato di una protezione leggermente meno marcata. Una comparazione a livello cellulare ha mostrato che il sistema immunitario dei ratti della fattoria era continuamente attivo, fortemente regolato dai germi dell'edificio. Ma non solo. Le condizioni di vita hanno influenzato anche la flora intestinale. L'apparato digestivo dei roditori di campagna conteneva una maggiore diversità di batteri e la marcata presenza di un Virus, che potrebbe essere all'origine della risposta immunitaria più moderata all'allergene.