Roma, 23 mag. (AdnKronos Salute) - "Fino a oggi il paziente con tumore doveva fare il giro dei vari specialisti, dato che per trattare il cancro è richiesta l'integrazione di un team multispecialistico. Il Comprehensive Cancer Center nasce proprio per far sì che siano gli specialisti a ruotare e a essere a disposizione del malato". A spiegarlo all'AdnKronos Salute Rocco Bellantone, direttore Governo clinico Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma, oggi nella Capitale a margine della presentazione del bilancio 2018 della struttura e del nuovo Comprehensive Cancer Center.
"Il riconoscimento di Irccs - prosegue - certifica che qui si fa una grande ricerca, tesa ad avere una diagnostica e una terapia subito, al letto del malato. Il Gemelli si pone con un'offerta sanitaria importante e di eccellenza, l'obiettivo virtuoso per un Paese come l'Italia sarà un domani di evitare il turismo sanitario, ma fin quando ci sarà noi saremo qui pronti ad accogliere pazienti".