Semi di Chia, tanti benefici in pochi grammi

semi di chia tanti benefici in pochi grammi
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere

I semi di Chia sono tra i cibi più sani del mondo: sono pieni di sostanze nutrienti che hanno importanti benefici per il corpo e la mente.
Questi semi sono di colore nero e sono ricavati dalla pianta Salvia Hispanica che cresce in modo nativo nell’America del Sud. I semi di Chia, infatti, erano un alimento importante per gli Aztechi e i Maya, apprezzati per la loro capacità di fornire energia sostenibile (Chia è una parola maya e significa forza).
Tuttavia, nonostante la loro storia antichissima, solo di recente i semi di Chia sono diventati molto popolari e consumati in tutto il mondo.

Le proprietà nutrienti dei semi di Chia

Appena 28 grammi di semi di Chia (ovvero 2 cucchiai) contengono:

  • 11 grammi di fibre;
  • 4 grammi di proteine;
  • 9 grammi di grassi saturi, di cui ben 5 gr. di omega-3;
  • 18% della razione della dose giornaliera consigliata (RDA) di calcio;
  • 30% della RDA del manganese;
  • 30% della RDA del magnesio;
  • 27% della RDA del fosforo.

Inoltre, i semi di Chia contengono anche una discreta quantità di zinco, vitamina B3, potassio, vitamina B1 e vitamina B2. Niente male per un alimento che contiene solo 137 calorie.

Le proprietà antiossidanti

Questi semi si contraddistinguono anche perché contengono un’elevata quantità di antiossidanti, fondamentali perché contrastano la produzione di radicali liberi che possono danneggiare le molecole nelle cellule e contribuire all’invecchiamento e all’insorgenza di malattie come il cancro.

Fibre e proteine

2 cucchiai di semi di Chia contengono 11 grammi di fibre, che non vengono digerite dal corpo.
Ciò significa che le fibre non determinano l’aumento dello zucchero nel sangue, non richiedono insulina per essere smaltiti e, pertanto, non sono considerati come dei carboidrati. Questi ultimi, in pratica, sono contenuti nei semi di Chia nella misura di un grammo ogni 28.
Le fibre, poi, sono importanti perché alimentano i batteri amichevoli nell’intestino, aiutandone così i processi. Assorbono, inoltre, una grande quantità di acqua e si espandono nello stomaco, dando così il senso di pienezza e rallentando l’assorbimento del cibo.

Inoltre, i semi di Chia contengono circa il 14% di proteine, una quantità maggiore rispetto a ogni altro tipo di pianta. Quest’elevato numero di proteine riduce l’appetito e i pensieri ossessivi sul cibo di circa il 60% e il desiderio di fare spunti notturni del 50%.
Ciò ovviamente ha una conseguenza facile da immaginare: i semi di Chia aiutano a perdere peso.

Altri benefici dei semi di Chia

Oltre a quelli esposti, i semi di Chia apportano ulteriori benefici alla salute:

  • idratano il corpo (processo utile soprattutto per gli atleti);
  • riducono la pressione sanguigna;
  • essendo ricchi di Omega-3 (più del salmone), proteggono contro infiammazioni, artrite e malattie cardiache;
  • dal momento che rallentano la velocità con cui il corpo converte i carboidrati in zuccheri semplici, sono indicati per chi soffre di diabete;
  • grazie alle fibre, prevengono la stitichezza e assicurano all’intestino movimenti regolari;
  • non contengono glutine o cereali.


Per approfondire guarda anche: “Dieta e nutrizione:pesce e semi vari“


Leggi anche:
Grazie alle caratteristiche e alle proprietà nutrizionali che li differenziano, i grani antichi sono perfetti per un'alimentazione sana ed equilibrata.
18/04/2018
02/08/2016
TAG: Benessere psicofisico | Dieta | Nutrizione | Scienza dell'alimentazione
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere