Napoli, 24 mar. (AdnKronos Salute) - "Tra qualche anno tutte le regioni italiane dovranno dotarsi di un percorso organizzato della prevenzione dei tumori della Mammella e dell'ovaio", ha dichiarato Stefania Boccia, professore associato di Igiene e Medicina preventiva dell'Università Cattolica di Roma, a margine della rassegna Mondo Donna, svoltasi alla Clinica Mediterranea di Napoli.
"Le regioni dovranno mettere in atto un piano che intercetti le donne ad alto rischio e le avvii ad un percorso virtuoso e organizzato" di controlli e terapie, ha aggiunto Boccia.