Roma, 26 lug. (Adnkronos Salute) - Record di candidati, con 9.345 iscritti al test di ammissione dell'Università Cattolica al via da oggi alla Fiera di Roma per l'anno accademico 2021/2022, ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria. Le aspiranti matricole si 'contendono' 300 posti disponibili in Medicina e 25 in Odontoiatria. Gli studenti, 6.450 femmine e 2.895 maschi, sono circa il 15% in più rispetto allo scorso anno quando furono 8.186.
I candidati sono così suddivisi: 8.877 per Medicina e chirurgia (lo scorso anno 7.782), 468 per Odontoiatria e protesi dentaria (lo scorso anno 404) provenienti da tutte le regioni d'Italia, in primis da Lazio, Campania, Puglia, Sicilia, Calabria. Come lo scorso anno - ricorda una nota - il concorso di ammissione viene espletato in 2 giorni ed è suddiviso in 4 sessioni d'esame, in modo da creare 4 gruppi di partecipanti distribuiti in 4 padiglioni; ogni padiglione contiene circa 600 candidati ciascuno, distanziati 2,5 metri l'uno dall'altro (ogni padiglione ne accoglie normalmente fino a 2.000).
Il concorso, infatti, si svolge ovviamente sotto strette misure anti-Covid. L'università - si legge - fornisce a tutti i partecipanti appositi facciali filtranti Ffp2 monouso che i candidati hanno obbligo di indossare prima dell'ingresso nell'area concorso e per tutta la durata della procedura. Al termine del tunnel di ingresso è allestito un servizio sanitario stabile di pre-triage per gestire eventuali casi di sospetto Covid, in cui tutti i partecipanti sono sottoposti a rilevazione della temperatura corporea e rilasceranno il modulo di autocertificazione anti Covid-19. I candidati seguono un percorso pedonale all'aperto dedicato e delimitato con segnaletica di distanziamento orizzontale di 2 metri, fino ad arrivare al padiglione n. 9, di transito in attesa dell'avvio della procedura concorsuale. L'Università Cattolica assicura il rispetto dei criteri di distanziamento droplet tra i candidati lungo tutto il percorso, grazie all'impiego di circa 40 addetti in entrambe le giornate. I gruppi concorso all'interno di ciascun padiglione sono allestiti prevedendo il distanziamento a 2,50 metri su ogni lato.
L'esame di ammissione - dettaglia la Cattolica - consiste in una prova scritta di 60 quesiti a risposta multipla su argomenti di ragionamento logico e logico-matematico, biologia, chimica e fisica, cultura generale, inglese e cultura etico-religiosa, che presentano 5 opzioni di risposta tra cui il candidato deve individuarne una soltanto scartando le conclusioni errate.
Le attività di vigilanza sul corretto e regolare svolgimento della procedura concorsuale sono assicurate da apposite commissioni – presenti in ciascun padiglione d'esame - composte da docenti incaricati dalla Facoltà di Medicina e chirurgia. La sorveglianza dei candidati è affidata a circa 200 unità di personale di assistenza messo a disposizione del fornitore della procedura. E - prosegue la nota - anche nelle fasi di consegna e ritiro dei materiali d'esame sono state studiate e adottate le migliori accortezze volte a garantire l'adozione di misure di prevenzione e contenimento della diffusione del coronavirus.
Gli esiti del test saranno resi noti a partire dal 29 luglio nel sito Internet del Campus di Roma della Cattolica, mediante pubblicazione delle graduatorie finali di merito per ciascun corso di laurea.