Roma, 25 feb. (AdnKronos Salute) - "Viene sospesa la ricerca del bimbo parotitico, poiché sono state sospettate chissà quali nefandezze da parte mia". Fa un passo indietro l'infettivologo Fabio Franchi, che in un post aveva annunciato la ricerca di un bimbo con parotite in atto, per un "esperimento che rispetta la convenzione di Oviedo e non infrange le regole del Codice di Norimberga". Dopo le numerose polemiche e l'intervento del ministro della Salute Giulia Grillo, ora Franchi annuncia su Facebook lo stop alla sua 'ricerca'. "La riprenderò tra poco spero, non appena potrò spiegare nel dettaglio di cosa si tratta; comunque è cosa di una banalità estrema che comporta rischi zero".
"In verità esperimento é inteso nell'accezione estesa del termine, non si deve pensare ad alcun trattamento di qualsiasi tipo", continua Franchi, che conclude: "Firmato: Franchi (Erode per gli amici)".