Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Riequilibrio alimentare al rientro dalle vacanze, un bicchiere d'acqua per depurare l'organismo

riequilibrio alimentare al rientro dalle vacanze un bicchiere d acqua per depurare l organismo
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

L'estate oramai volge al termine e dobbiamo, nostro malgrado, ritornare alla routine quotidiana dopo le meritate vacanze passate all’insegna del relax.

Ognuno a suo modo, chi al mare e chi in montagna nella tranquillità famigliare, oppure chi invece zaino in spalla alla scoperta di mete lontane ed esotiche, ad agosto la maggior parte di noi cerca di lasciare a casa le preoccupazioni, per provare a riposare e coccolare anima e corpo. Accade purtroppo, però, che le vacanze estive, pur giovando al nostro spirito e benessere fisico, portino con sé qualche effetto collaterale: uno fra tutti qualche chilo di troppo!

Questo succede perché, quando non si è stressati dalle incombenze lavorative, si ha più tempo per dedicarsi a manicaretti e nuove ricette e soprattutto per gustarsi diverse portate, magari accompagnate da un buon bicchiere di vino. Nel cercare di godersi ogni momento della vacanza siamo infatti più indulgenti con noi stessi, concedendoci cibi o bevande a cui normalmente diremmo di no. Il risultato è che al rientro, non è solo l’odiato trantran a spaventarci, ma anche la bilancia.

Come smaltire gli eccessi e disintossicare il nostro organismo?

Naturalmente l’attività fisica è un ottimo modo per rimettersi in forma e settembre è il momento migliore per rinnovare abbonamenti in palestra o in piscina oppure per iscriversi a nuovi sport di moda come la danza africana o il pilates. Per riattivare il nostro metabolismo è comunque sufficiente anche una camminata veloce al parco una o due volte alla settimana e qualche accorgimento quotidiano: fare le scale invece di prendere l’ascensore oppure fare le commissioni a piedi invece che in macchina.

Parallelamente è bene seguire una corretta alimentazione prediligendo frutta e verdura, ricche di fibre e vitamine. Un aiuto importante non arriva solo da ciò che mangiamo, ma anche da ciò di cui siamo fatti e che normalmente beviamo: l’acqua, elemento che permette al nostro corpo di depurarsi. Questo prezioso liquido è infatti in grado di eliminare sostanze nocive, scorie e minerali inorganici, prodotte dall’organismo per trasformare gli alimenti e l’ossigeno in nutrizione ed energia. Molte di queste vengono trasmesse agli organi escretori attraverso il Sangue: gran parte di questo lavoro viene svolto dal rene che riassorbe il 99% di acqua e, poiché occorrono almeno 15 cc di acqua per smaltire 1 g di urea (il metabolita finale della demolizione proteica ai fini energetici), è bene ricordarsi di supportare adeguatamente il nostro Organismo attraverso una corretta idratazione.

Le scorie e l’ossido di carbonio vengono quindi trasportati mediante l’acqua (sangue e linfa), dai reni ai polmoni e alla pelle per essere espulsi, purificando il corpo. Le scorie metaboliche infatti vengono eliminate attraverso le urine, le feci, ma anche attraverso il sudore e la respirazione.

Quale acqua scegliere e quanto bere?

L’acqua consigliata per favorire la diuresi ed eliminare le impurità è quella con minor presenza di sali minerali quindi un oligominerale o minimamente mineralizzata. In particolare è stato stimato che otto bicchieri d’acqua al giorno garantiscono il miglior rendimento metabolico e assicurano l’idratazione ottimale e il corretto smaltimento delle tossine in eccesso.

Bere adeguatamente aiuta inoltre a prevenire le infezioni urinarie che trovano nel ristagno di urina all’interno della Vescica una causa scatenante: il “lavaggio” dello strato più superficiale della vescica, che si ottiene bevendo molto, aiuta a creare un ambiente ostile ai batteri e rimuove anche cellule potenzialmente pericolose.

Una corretta idratazione, insieme ad un’alimentazione sana e alla giusta attività fisica, sono quindi i tre gesti fondamentali per depurare il nostro organismo: buone abitudini da conservare per tutto il resto dell’anno.

 

Endorsed by:

Osservatorio Sanpellegrino

20/06/2018
05/09/2013
TAG: Benessere psicofisico | Nutrizione | Scienza dell'alimentazione
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche