Sottovuoto: come conservare gli alimenti
14 Gennaio 2014
|
1 minuto

Sottovuoto: come conservare gli alimenti

La conservazione sottovuoto, eliminando l'ossigeno, permette di conservare le proprietà nutritive e il sapore degli alimenti.

Quante volte vi è capitato di aprire il frigorifero e sentire un odore poco piacevole? E di andare alla ricerca della sua origine? E scoprire un pomodoro marcito oppure un pezzo di formaggio ricoperto di muffa o ancora del prosciutto irrancidito?

Non è del tutto assurdo che ciò accada visti i ritmi di vita odierni. Il congelatore è un grande alleato della famiglia in carriera, però non è possibile congelare tutti gli alimenti. Ad esempio, il Congelamento va bene per la carne, il pane; invece verdura, ortaggi, insaccati perdono consistenza, sapore e proprietà nutritive.

Niente paura, la soluzione è la conservazione sottovuoto, una tecnica che permette di eliminare l'Ossigeno all'interno di un contenitore (sacchetto o contenitore rigido) conservando così l'alimento per più tempo.

L'ossigeno è l'agente che provoca il deterioramento degli alimenti attraverso l'ossidazione, mentre l'aria e l'umidità permettono ai germi di moltiplicarsi ed attaccare gli alimenti, rendendoli marci o rancidi.

Il sottovuoto si ottiene con un macchinario che, grazie ad una pompa, estrae letteralmente l'aria dal sacchetto o dal contenitore in cui è stato posto l'alimento che si vuole conservare. Ovviamente, perché il sottovuoto funzioni, il contenitore deve essere sigillato alla perfezione e il macchinario fa anche questo.

L'alimento così conservato si potrà mantenere in frigo o congelare. Nel frigorifero, l'alimento sottovuoto potrà conservarsi fino a 3-4 volte di più.

Inoltre, si potranno consumare gli alimenti rimasti non necessariamente il giorno dopo per paura che vadano a male, ma anche dopo vari giorni e senza che questi perdano il loro sapore e le loro proprietà nutritive, ma soprattutto senza che possano nuocere alla salute per avvelenamenti o intossicazioni.

Un altro impiego per il sottovuoto in cucina è quello relativo alla pasta o al riso durante la stagione estiva, laddove accade di trovare piccoli parassiti nelle buste di pasta o di riso; il sottovuoto elimina anche questo inconveniente, perché l'assenza di Ossigeno non permette ai parassiti di svilupparsi.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Napoli (NA)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Igiene e medicina preventiva
Arezzo (AR)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Avellino (AV)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Ostellato (FE)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Malattie dell'apparato respiratorio
Reggio nell'Emilia (RE)
Specialista in Medicina generale e Scienza dell'alimentazione
Venezia (VE)
Specialista in Dietologia e Scienza dell'alimentazione
Roma (RM)
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Genova (GE)
Specialista in Medicina interna e Pediatria
Prov. di Roma