L'alluce valgo è una patologia che coinvolge quasi esclusivamente la donna.

Il piede, come tutti sanno, è l'artefice della nostra postura. È chiaro che nel momento in cui il carico diventa doloroso, si altera l'equilibrio posturale e tutte le articolazioni (collo, piede, ginocchio e anca) vanno in sofferenza. Non solo le articolazioni ma anche la colonna vertebrale non ha più una sua stabilità ottimale.

Per questa ragione quando arriva il dolore, dopo un tentativo incruento (plantare), è necessario ricorrere al trattamento chirurgico.

È importante risolvere il problema prima che anche il secondo dito vada in sofferenza (dito a martello). C’è da segnalare che, oltre alla postura, il danno si estende anche al circolo periferico giacché un buon appoggio del piede favorisce la 'pompa vascolare' e determina un buon ritorno del sangue venoso.

Meglio affrontare il problema per tempo tenendo conto che l’intervento è tanto più semplice e poco invasivo, quanto più è precoce. Il paziente operato viene messo in piedi il giorno stesso e dimesso in giornata (Day Hospital). Esiste solo una seccatura: il piede impiega circa 20-30 giorni a tornare alla totale normalità perciò è necessario portare una calzatura più larga e comoda per circa un mese.