Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Ferite, contusioni e piccoli traumi dei bambini

ferite contusioni e piccoli traumi dei bambini

Un antico detto recita: "Figli piccoli, guai piccoli. Figli grandi, guai grandi". È quanto si può dire anche per i piccoli inconvenienti che possono capitare ai bambini vivaci che hanno voglia di divertirsi e di scoprire il mondo che li circonda. Infatti, spesso i cuccioli di casa esplorano i meandri della propria abitazione incorrendo in qualche brutta sorpresa. E se è vero che si spaventano, è anche vero che i più terrorizzati dalle conseguenze sono proprio mamma e papà.

Quale bambino, infatti, non ha mai avuto un ginocchio sbucciato oppure un bernoccolo in fronte, qualche scottatura o qualche piccolo taglio sulla mano? Sono le conseguenze naturali della naturale voglia di conoscere che è insita in ogni bambino. Ma non è il caso di drammatizzare. Capita talvolta che i genitori si allarmino per ferite che possono essere risolte in casa senza problemi e trasportino subito il piccolo al pronto soccorso, con l'unico risultato di far impaurire il bimbo ancora di più.

È pur vero che, se la mamma è in casa e il bambino gira liberamente per le stanze senza supervisione, ha più probabilità di farsi male, però va detto che i bambini vanno anche lasciati liberi di sperimentare, di toccare, afferrare e conoscere il mondo. Quindi, a parte cercare di prevenire cadute, scottature ed incontri ravvicinati con i mobili di casa, se accade che il bimbo si faccia male è bene affrontare con calma e serenità l'incidente.

L'evenienza più comune è che il bambino correndo per casa o camminando distrattamente vada a sbattere contro un mobile o, più semplicemente, contro lo stipite di una porta. Se la situazione non è grave (cioè con svenimenti e Vomito), basterà applicare subito la borsa del ghiaccio per una ventina di minuti, ripetendo l'operazione ogni due ore per 2-3 volte ancora. Il giorno dopo, sul livido che inevitabilmente si sarà formato, si potrà stendere una crema apposita.

Altra situazione tipica della giocosità dei bambini è la sbucciatura delle ginocchia o dei gomiti. Solitamente, si tratta di corse all'aperto, in qualche prato o campo giochi, con successiva caduta perché si inciampa o semplicemente perché si perde l'equilibrio. La sbucciatura può essere molto fastidiosa, ma non è sicuramente grave. L'importante è disinfettare subito la ferita senza coprirla, in modo che il contatto con l'aria la faccia rimarginare più velocemente.

Se state cucinando, cercate di non far avvicinare troppo il bambino ai fornelli; molti incidenti domestici accadono proprio durante la preparazione dei pasti. Se il bambino vi gira intorno ed accidentalmente tocca qualcosa di bollente e si scotta, mettete subito la parte scottata sotto l'acqua fredda, applicate poi una garza medicata grassa cambiando la fasciatura ogni 4 ore finché non migliora. Attenzione anche a ciò che il bimbo maneggia. Può capitare infatti che si tagli con qualcosa che non sia per forza un coltello. In questi casi, disinfettate subito la ferita evitando di porvi sopra i cicatrizzanti. Madre natura farà da sé.

Leggi anche:
La formazione di lividi ed ematomi è dovuta solitamente a traumi e contusioni. In questi casi, l'ecchimosi tende a scomparire nell'arco di pochi giorni.
29/08/2017
24/08/2009
TAG: Bambini | Ortopedia e traumatologia