Voglia di maternità? L'estate è il momento migliore per concepire

voglia di maternita l estate e il momento migliore per concepire
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere

Le vacanze estive sono il momento ideale per provare ad concepire un bambino, si è più rilassati e si concede più tempo all'intimità. Ma non è solo questo il motivo che rende la bella stagione più fertile, c'è una spiegazione biochimica dietro a questa maggiore predisposizione: le donne, anche quelle che si sono sottoposte a trattamenti di fertilità, essendo esposte a maggiore luce solare e a temperature più alte, hanno maggiori probabilità di raggiungere l’obiettivo sperato rispetto agli altri periodi dell’anno.

Più sole, più vitamina D, più fertilità 

Lo dice la scienza, in particolare i ricercatori dell’Università di Ghent, in Belgio, che hanno analizzato, per sei anni, più di 11.000 pazienti per capire il motivo dell’esplosione dei concepimenti in estate e lo hanno trovato: l’aumento della luce contribuisce all’altrettanto aumento della vitamina D che, a sua volta, innalza il livello della melatonina, ormone che gioca un ruolo chiave nella regolazione del ciclo riproduttivo femminile. La vitamina D, inoltre, migliora i tassi di qualità delle uova. Da ciò la domanda sorge spontanea: per aumentare la possibilità di concepimento nelle altre stagioni, basterebbe un integratore di vitamina D? In questo caso gli scienziati tacciono perché mancano le prove, però non farebbe certo male assimilare vitamina D, soprattutto durante i mesi più freddi e nei luoghi dove la luce solare è carente. A tal proposito, giova ricordare che, una volta che si comincia una gravidanza, un basso livello di vitamina D potrebbe aumentare il rischio di parto pretermine e infezioni. Quindi, via libera agli integratori, sempre sotto lo streto controllo del proprio medico curante.

Leggi anche:
L'infertilità è un problema che affligge molte coppie. In questo campo, le tecniche di fecondazione assistita hanno dato grandi risultati.

Lo sperma in estate fa centro 

L’estate è la stagione ideale anche per gli uomini. Ci sono studi che hanno dimostrato che lo sperma è due volte più attivo nei mesi di luglio e agosto rispetto a gennaio. I ricercatori sono arrivati a questo risultato attraverso l’analisi, lunga 11 anni, di 5.188 uomini, in cura per problemi di fertilità (ovvero incapaci di concepire dopo 12 mesi di tentativi). Prima di svelare i dati dello studio, è giusto aprire una breve parentesi sulla motilità, ovvero la capacità dello sperma di raggiungere l’ovulo della donna; a qunto pare, infatti, gli uomini hanno più probabilità di essere fertili quando almeno il 40% degli spermatozoi si muove. I dati hanno mostrato che il numero di uomini analizzati dallo studio con una motilità superiore al 40% è stato del 65,35% nel periodo estivo e del 50% in inverno.

Perché succede questo? Una risposta potrebbe arrivare dal mondo animale: alcune specie si accoppiamo solo in determinati periodi, ovvero in quelli più ‘luminosi’ in modo tale che le nascite avvengano nei momenti più favorevoli dell'anno. Negli esseri umani, inoltre, le variazioni stagionali condizionano non solo la fertilità ma anche il ciclo del sonno, lo stress, la già citata vitamina D e il colesterolo. Insomma, se si vuole realizzare il sogno di diventare genitori, l’estate è il momento ideale per provarci!  

Per approfondire guarda anche: “Fecondazione in vitro”

05/11/2017
17/08/2016
TAG: Concepimento | Fertilità | Ginecologia e ostetricia | Mamma | Salute femminile | Salute maschile | Apparato riproduttivo
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere