Vogare in palestra è un’attività che non passa di moda. Anche chi non ha mai remato, può apprendere rapidamente le basi motorie del Rowing: la disciplina che ha portato la regata (virtuale) nelle palestre e l’ha fusa con il fitness.

A detta di molti, il canottaggio è uno degli allenamenti sportivi più completi: il vogatore in effetti è un macchinario che nelle sale d’allenamento non è mai mancato. Lo step successivo, qualche anno fa, è stato quello di portare, indoor, anche il concetto di equipaggio: proprio come in barca, nel rowing si rema tutti assieme, ma lo si fa a tempo di musica come in una lezione guidata di fitness. Questo sport, in continua crescita tra chi vi si approccia per la prima volta oltre che strumento di allenamento a secco per tutti gli atleti del canottaggio è ormai da tempo complementare alla ginnastica. Ogni anno si disputano gare e si svolgono campionati in tutta Italia: tra gli ultimi, a fine novembre 2018, quello di Brindisi in cui oltre 300 atleti si sono contesi il titolo di campione regionale sul remoergometro nelle varie categorie.

Rowing, come funziona la regata virtuale

La regata virtuale non è semplicemente una forma di esercizio: è una disciplina sportiva per tenersi in forma che coinvolge tutti i principali gruppi muscolari, con particolare attenzione a braccia, gambe, dorso, spalle, addome e glutei. La lezione, che inizia con il riscaldamento e finisce con lo stretching, dura circa 45 minuti ed è guidata da un istruttore che coinvolge generalmente una decina di vogatori. I 30 minuti centrali si suddividono in quattro fasi dette attacco, tirate, finale e ripresa. Il tutto a ritmo di musica, elemento che “obbliga” i canottieri a stabilire tra loro una certa intesa, la stessa che sull’acqua è fondamentale a mandare avanti le imbarcazioni.

Il remoergometro (in inglese “rowing ergometer”) è una macchina formata da un telaio in acciaio su cui è montato un binario con un seggiolino che scorre, i piedi si appoggiano su una pedana posta a un’estremità. La differenza con i precedenti vogatori sta nel fatto che, al posto del remo, c’è un manubrio collegato a una ventola tramite un filo di acciaio, che asseconda i movimenti. Ovviamente, è possibile regolare la resistenza del filo che, così facendo, simula la resistenza dell’acqua.

Rowing, i benefici indoor della regata

Il rowing è una disciplina adatta a tutti. Oltre a essere uno sport completo, offre notevoli benefici cardiovascolari, attraverso il movimento naturale della vogata che mantiene la flessibilità e protegge le articolazioni grazie a un’azione priva di impatti che permette movimenti fluidi e non provoca microtraumi tipici del fitness e del body building. Un’ora di lezione permette di bruciare circa 1.000 calorie, elemento che fa di questo sport un grande alleato della linea.

Per approfondire guarda anche: “Stiramento dei muscoli inguinali”

Leggi anche:
L'allenamento funzionale si basa sull'apprendimento di esercizi che richiamano i movimenti naturali del corpo, per migliorare agilità e resistenza.