Leggi anche:
La tosse può essere un disturbo molto fastidioso: ecco i rimedi naturali come latte, infusi e soprattutto miele.
27-02-2006

4 anni fa mio padre è stato sottoposto ad

4 anni fa mio padre è stato sottoposto ad Angioplastica con inserimento di uno stent. Da quel momento segue questa Terapia: Altiazem retard 120, 3 volte al giorno; Enapril compresse 10 mg al giorno;cardirene 75, 1 volta al giorno; più compresse gastroprotettrici. Mio padre ha oggi 70 anni, non è in sovrappeso, non fuma, conduce una vita sana e svolge regolare Attività fisica. Mi chiedo è ancora valida questa terapia? Ci sono dei farmaci migliori oggi in commercio? Quali sono le interazioni più evidenti di questi farmaci e quali gli effetti indesiderati. E' possibile che in qualche modo interferiscano con l'assorbimento del ferro? cordiali saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Suo padre fa molto bene a mantenere uno stile di vita sano, che gli gioverà sicuramente. I farmaci che assume sono tra quelli indicati nella cardiopatia ischemica ed indubbiamente saranno stati scelti in rapporto alle specifiche condizioni cliniche di suo padre. I loro effetti collaterali sono modesti; fra i più frequenti vi sono la tosse (Enalapril) e i disturbi gastrici (Cardirene). L’assorbimento del ferro non dovrebbe esserne influenzato.