Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

26-01-2004

A mio padre è stato diagnosticato, dall'ospedale

A mio padre è stato diagnosticato, dall'ospedale di Taormina, un microcitoma (spero di aver scritto bene) alla base del Polmone destro di 3 cm, con 1 Metastasi tra i due polmoni, dietro lo sterno (non ricordo il termine tecnico) e metastasi epatiche grandi da alcuni millimetri a cm 2,5; eseguiranno 3 cicli di chemioterapia, di 3-4 gg ciascuno, da ripetere ogni 28 gg, poi tac di controllo e radioterapia; valori degli esami del Sangue normali, paziente in buona salute completamente autosufficiente; vorrei sapere se in zona esiste un centro specializzato, cosa si può fare, se è giusto l'approccio terapeutico utilizzato, perchè un paziente con metastasi non è operabile? hanno detto che le prospettive sono 1 anno di vita, ma so che a tavolino i calcoli non si possono fare con certezza; non si può sperare in altro? un paziente di 75 anni ha una riproduzione cellulare ridotta e quindi può vivere di più di un paziente più giovane? grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Non è vero che in un soggetto anziano la crescita di una neoplasia maligna (tra l’altro in tale caso molto aggressiva) è più lenta. Un pz affetto da microcitoma metastatico non è operabile in quanto la malattia è definita “sistemica” ossia diffusa in molteplici siti. Un buon centro è la divisione di Oncologia dell’Università di Catanzaro (Prof Tagliaferri).
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!