15-04-2008

A tuttocuore salve, mia figlia di 16 anni,

A TUTTOCUORE Salve, Mia figlia di 16 anni, pratica la pallavolo, anche a livello agonistico, in seguito alla visita annuale obbligatoria, dal test sottosforzo è emerso quanto segue: ECO a riposo normale, al 4.3O minuto dello Sforzo comparsa di Tachicardia parossistica sopraventricolare cessata spontaneamente dopo poco più di un minuto. A seguito di ciò le sono state segnate le analisi di rutine, da cui tutto è risultato nella norma, poi le è stato eseguito l'holter per 24 ore da cui sono risultate le seguenti conclusioni: Ritmo sinusale a frequenza cardiaca media di 73 battiti/minuto. La frequenza cardiaca massima è stata di 165 battiti/minuto alle ore 16.58, durante esercizio fisico. La frequenza cardiaca minima è stata di 49 battiti/minuto alle ore 3.55, Sono stati registrati 5 battiti ectopici sopraventricolari isolati. Non sono state registrate modificazioni significative della ripolarizzazione ventricolare. Il medico responsabile dice che ancora non si sente di rilasciarle il certificato per uso sportivo, vuole eseguire altre visite e indagini. Secondo Voi, noi genitori ci dobbiamo preoccupare? Mille grazie e cordiali saluti Carmelo
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Sig. Carmelo la visita medica per il rilascio dell’idoneità all’attività sportiva agonistica prevede anche la visita cardiologica di cui non conosco l’esito. I protocolli cardiologici per l’idoneità agonistica prevedono in caso di tachicardia parossistica sopraventricolare di effettuare i seguenti esami: l’ecg Holter (già eseguito), il test ergometrico massimale con monitoraggio continuo dell’ecg; (spero sia quello già fatto, in caso contrario bisogna farlo) e l’ecocardiocolordoppler. Completerei l’iter diagnostico effettuando un esame ecocardiocolordoppler. Dai dati presenti nella domanda si deduce che sua figlia pratica la pallavolo da alcuni anni e non si è mai manifestato alcun episodio improvviso di malore, di astenia, di cardiopalmo, di sensazione di mancamento, se è così, più che preoccuparmi seguirei con attenzione il completamento degli esami previsti.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare