Gentile dottore, ho 65 anni e da tempo mi curo per l'osteoporosi. Il reumatologo da cui sono andata ,dopo un anno e mezzo di sospensione del alendronato, mi ha fatto riprendere la cura ma ,poichè la terapia orale mi dava problemi di stomaco,mi ha proposto o iniezioni una volta al mese o una flebo una volta l'anno di zoledronato,oltre a vit.d 50000u e una pillola di calcio giornaliera di 600 mg.Andando a casa,come spesso faccio,rimugino sulle cose e mi pongo tante domande a cui se non do una risposta ,mi assillano e poichè la flebo non la farò prima della fine di novembre,voglio porle questi quesiti a cui spero lei voglia rispondere uno ad uno allo scopo di rassicurarmi e tranquillizzarmi. L'ultima moc :Tscore vertebrale-3.8 tscore femorale -1.21) Ho letto che se un osso è troppo minerallizzato rischia più fratture e poichè il mio femore,a detta del medico è quasi nella norma,mi chiedo se il farmaco che pùò far bene alle vertebre non possa essere contropruducente per il femore.2)Se non assumo il supplemento di calcio di cui ho un po' paura perchè proprio sul vostro sito ho letto che può dare problemi ma lo assumo dalla dieta quanto calcio serve al fabbisogno giornaliero? Il medico me lo aveva chiesto se io ogni giorno mangiavo formaggi o latte ma io ho detto di no perchè non voglio andare incontro a problemi di colesterolo e non voglio ingrassare, ma poi ho pensato che un yoghurt magro e del latte scremato non dovrebbe darmi problemi,ma non s quanti bicchieri di latte o quanti yogurth coprano il fabbisogno giornaliero. Lei che ne pensa è meglio assumerlo tramite il cibo o con il supplemento? La dose che mi ha dato il medico è elevata o non mi fa correre rischi di nessun genere?3)ho la calcemia a9 mi sembra quasi il massimo ,non è che assumendo calcio supplementare o tramite cibo o con farmaci corro il risco di un ipercalcemia?4) bisogna tenere sotto controllo durante l'anno dopo la flebo il calcio la creatinina o altro o basta fare gli esami prima della successiva infusione? (Il medico ha detto che per ora me ne farebbe fare due diseguito a distanza di un anno e poi valuteàrà)5)Il farmaco per via endovenosa ha effetti collaterali più gravi della terapia orale?Lui ha detto che si equivalgono ma io non sono tanto tranquilla.Mi scuso tanto per la lungaggine del testo ma sono molto ansiosa (ho subito due interventi al seno più ricostruzione e questo mi ha portato ad avere sempre paura di tutto,ma ora non sono più in terapia per il tumore )Grazie se vorrà rispondermi per rassicurami e mi scuso nuovamente. Ho fiducia nel medico ma sono fatta così,devo sempre chiedere conferma.Abbia pazienza e grazie.Cordiali saluti