12-05-2017

Affanno a riposo e in movimento

Salve egregi dottori, scrivo per chiedervi un parere su degli esami che mia mamma ha fatto in data 2 maggio di quest'anno, lei è nata il 24/08/1948. Sono due radiografie, una al torace, perché è diversi mesi che ha costantemente, quindi sia a riposo che in movimento, un po' di affanno e nonostante sia in sovrappeso, siamo intorno ai 100 kg, e soffre anche di allergia ai conservanti e all'acido acetilsalicilico, è una cosa di cui non ha mai sofferto. Aggiungo che la sua alimentazione purtroppo non è molto corretta in relazione all'allergia ai conservanti.
L'altra radiografia invece è alla spalla a seguito di una caduta di tre anni fa che le ha causato diverse rotture dell'osso, si è infatti dovuta operare e anche se tutto è andato bene. Data la gravità della cosa i medici le avevano detto che avrebbe potuto ridursi la mobilità dell'arto e avrebbe dovuto controllarsi ogni tot per verificare che tutto procedesse bene.

La radiografia deriva dal fatto che anche in questo caso è qualche mese che sente un po' di dolore nella zona interessata, il medico curante le ha detto che potrebbe essere un'infiammazione di un nervo. Ringraziando in anticipo, ecco la risposta delle due radiografie. Rx del torace (2p), Rx spalla destra. Referto Mancata deiescenza del s.c.d. di sn. Accentuazione della trama in assenza di lesioni a focolaio. Immagine cardio-peduncolare ai limiti superiori della norma. Esiti di pregressa frattura della testa omerale di dx..Non calcificazioni articolari. Cordiali saluti.

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Sua madre ha circa 69 aa, obesa, verosimilmente cardiopatica ed ipertesa. Inoltre presenta esiti di vecchia frattura omerale. Il dolore alla spalla è da attribuirsi alla pregressa frattura. Potrebbe essere indicato sentire il parere di un fisiatra per un ciclo fisioterapico. Al torace non sembrano esservi problemi di tipo primitivamente respiratorio. La dispnea può essere imputabile sia all'app. respiratorio, sia al sistema cardiocircolatorio.
Sarebbe indicato eseguire una spirometria globale con tecnica pletismografica + test di broncoreversibilità farmacologica per escludere problemi respiratori (asma, BPCO) e una visita cardiologica con ECG per escludere problemi cardiaci. Sarebbe comunque indicata una dieta per ridurre il peso.

TAG: Apparato Respiratorio | Cuore | Esami | Malattie dell'apparato respiratorio | Ortopedia e traumatologia | Pneumologia | Polmoni e bronchi | Radiodiagnostica