Leggi anche:
L'ipertensione arteriosa è un disturbo della pressione del sangue: una condizione molto diffusa che può essere controllata con stili di vita equilibrati.
04-04-2006

Agonismo

Ho fatto agonismo (calcio dilettantistico) fino a 2 anni. Ad ottobre ho fatto la visita medico sportiva poichè continuo ad andare a correre, nuoto, e qualche volta potrei fare qualche partita di calcetto anziche' calcio. Il medico mi ha detto che il Cuore ad un certo livello di vattaggio (300?) ischemizza (2 intacche !? a quattro ha detto che è patologico e che a 42 anni puo' essere normale che ischemizzi a questi livelli) ed è opportuno che io faccia solo un lavoro aerobico e quindi eviti qualsiasi forma di agonismo. Mi ha anche detto che il motivo potrebbe essere un'ipertensione latente in quanto sotto sforzo la minima invece di dimininuire saliva fino a 100. Nel frattempo ho iniziato a prendere 1 pastiglia al giorno di coversil e la pressione l'ho messa a posto, almeno spero. Mi chiedevo quanto sia grave il fatto che il cuore ischemizzi, se prendendo la pastiglia potrei aver risolto il problema, e se corro rischi se ogni tanto faccio un partita di Calcio o calcetto. Infine dopo essere andato a correre mantenendo la corsa sui livelli aerobici (solo per pochi secondi ogni tanto posso arrivare a 155-165 battiti) dopo aver fatto la doccia e stando comodamente seduto avverto una sensazione di insicurezza fisica che non riesco a definire bene se è un giramento di testa o un stato di agitazione su tutto il corpo, a cosa puo' essere dovuto? Vi irngrazio Fabrizio.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
In verita’ alcune delle cose che ha descritto non sono chiarissime (che significa “ischemizza”? presumo che ci siano state modificazioni dell’ECG al massimo dello sforzo, ma in assenza di sintomi e a frequenza elevata questo non significa che vi siano problemi coronarici). In ogni caso, mi sembra ragionevole continuare a fare sport con le modalita’ che le ha detto il suo medico. I disturbi che descrive sono aspecifici, non penso che si debba preoccupare.