Buonasera ho 30 anni e a seguito risonanza magnetica per frequenti mal di testa e problemi visivi ho riscontrato la presenza di un piccolo angioma venoso cerebellare sinistro probabilmente congenito. Il neurochirurgo al quale ho chiesto consulto mi ha detto di non preoccuparmi e magari monitorato ogni tanto e che è una situazione che se non avessi fatto risonanza non avrei mai saputo per tutta una vita..detto ciò vi chiedo se è possibile affrontare un eventuale parto spontaneo come è accaduto con il primo figlio 3 anni fa o ci sono controindicazioni? Se si avrei rischiato per il primo figlio? Grazie