03-05-2017

Anomalie parossistiche in bambino di 2 anni

Salve, ho un bimbo di 5 annie cui all'età di 2 anni è stata riscontrata epilessia focale lato sinistro dovuta alla crescita ed è stato curato con levetiracetam tegretol tepral e frisium. Dopo un anno i sintomi con giramento di occhi e collo ed assenze sono scomparsi e la cura è stata sospesa. È marzo, abbiamo fatto un eeg con privazione del sonno per fare un controllo e il referto dice: all'addormentamento si registrano raro isolato talora ravvicinati in brevi sequenze complessi punta onda lenta a maggiore espressione Tronto temporale sinistra di media ampiezza. Modiche anomalie parossistiche fronto centrali prevalenti a sinistra attivata all'addormentamento.morfologia egg regolare.
Cosa vuol dire? La anomalie parossistiche cosa sono? E cosa comportano? Parliamo ancora di epilessia? Grazie mille per l'attenzione.

Risposta di:
Dr. Gianpiero Molucchi
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta

Si tratta di quadro eegrafico compatibile con suscettibilità epilettica. Per altro in assenza di sintomi da tempo non pare il caso di riprendere terapia. Il parossismo è indice di attività veloce. Non ha di per sé significato patologico, è una descrizione. Coraggio il bimbo mi pare stia bene, veda di star bene anche lei, gentile signora. Un caro saluto. G. Molucchi

TAG: Bambini | Malattie neurologiche | Neurologia | Neuropsichiatria infantile