Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

26-10-2018

Ansia e Insonnia

Buongiorno,

da fine marzo 2018 che soffro d'ansia in quanto il 25/12/16 è mancato mio padre fino al 2017 non mi sentivo male e a fine marzo mi è venuta l'ansia in quanto mi sentivo il braccio sinistro formicolare allora pensando che fosse il cuore sono corso al pronto soccorso e li hanno detto che era solo ansia e tutt'ora mi sento l'ansia per ogni fastidio che sento all'addome, intercostali ecc... che credo che siano fastidi psicosomatici per troppa tensione. Poi oltre al fatto di mio padre si sono aggiunte altre cose problemi nel pagare i debiti, il fatto che mia madre avendo un nuovo compagno fa un mese a casa e un mese a Modena e poi mia sorella che vendendomi così non mi stà per niente vicino ho che mi aiuti e tutto questo mi mette ansia e in tensione e l'altra volta quando ho chiamato mia madre sono esploso in pianto dicendo che mi manca mio padre. Pultroppo non mi sento più quello di prima allegro sono sempre triste e non riesco a dormire bene e se dormo non è un sonno ristoratore e mi sveglio presto. Io di solito prendo 10 gocce di lexotan 2.5 ma non fanno più nulla e vorrei sapere se ne posso prendere 15 o anche 20 in quanto è da un pò di tempo che soffro anche di insonnia.

Risposta di:
Dr. Stefano Egidi
Specialista in Igiene mentale e Psichiatria
Risposta

Ritengo che il Suo problema non sia di prendere qualche goccia in più di lexotan, cosa che può tranquillamente fare, ma sia di affrontare il suo disagio in modo adeguato, ovvero di rivolgersi ad uno psicoterapeuta che La aiuti ad elaborare le problematiche inerenti il lutto per la morte di Suo padre.

TAG: Disturbi del sonno | Disturbi dell'umore | Farmacologia | Giovani | Psichiatria | Psicologia | Psicosomatica | Salute mentale | SLEEP - Insonnia | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!