Buonasera gentili dottori, ho 21 anni e sono molto ansioso anche per via dello studio universitario e di alcune vicende personali; settimane fa ho avuto un forte attacco di panico, in cui ho avuto la sensazione di confusione, percezione dell'esterno come sotto filtro di luce soffusa, sensazione di depersonalizzazione, di svenimento e difficoltà a respirare, con paralisi temporanea degli arti e della bocca. Ma alla fine tutto scomparve. I giorni successivi ebbi la sensazione di confusione mentale e poca lucidità, come se la mente vagasse e fosse stanca, come la sensazione di quando ci si ferma a guardare nel vuoto, ma continuativa.Adesso, prendo integratori alimentari che mi fanno stare meglio, sono lucido, ma quello che mi preoccupa è la sensazione che la mano sinistra e la mandibola si muovino lentamente e non come vorrei io, oltre che, a volte, di non sentire più il muscolo involontario della gola che deglutisce, seppur deglutisca sempre normalmente e non mi sia mai affogato. Non so perché ma ci sono momenti in cui mi si chiude lo stomaco e mi prende una sensazione di malessere, in cui mi prende il panico, non rifletto, mi sale la confusione e mi sento come angonsciato. Grazie per l'ascolto, le chiedo consigli su cosa possa essere o su che cosa possa fare per chiarificare la mia condizione ed eventualmente guarirne.