09-03-2017

Anticoagulanti: farmaci o naturali?

Salve, ho 56 anni e il mese scorso ho avuto un (ritengo piccolo) evento di trombosi oculare. L'oculista mi ha consigliato di prendere degli anticoagulanti e antiaggreganti, l'ematologo mi ha prescritto una cura iniziale con iniezioni di Arixtra, seguita da Coumarin ed eventualmente, in seguito, cardioaspirina. I miei valori di protrombina, fibrinogeno, piastrine sono normali. Appena alti i globuli rossi e il colesterolo totale, di più i trigliceridi. Però ho familiarità con l'ipertensione e sono in cura da anni anche per il glaucoma, oltre che essere borderline con il diabete (anche questo di famiglia, senile).

Vorrei sapere se la cura prescrittami a base di anticoagulanti non è eccessiva e soprattutto se posso evitare il Coumarin, di difficoltosa gestione anche a livello di dieta. Io sono quasi vegetariano, trovo un controsenso a dover rinunciare a tante verdure o ai semi di zucca (che mi hanno fatto evitare di prendere farmaci contro l'ipertrofia prostatica) in favore di carni, formaggi e proteine animali che finora mi erano sempre stati demonizzati proprio in tema di ipertensione arteriosa e circolazione! Non posso, che so, incrementare il mio uso quotidiano di aglio, zenzero ed antiaggreganti naturali? Grazie!

Risposta di:
Dr. Andrea Passani
Specialista in Oculistica e Oftalmologia
Risposta

Gentile utente, la sua domanda esula dalle mie competenze quindi le consiglio di parlarne con il suo ematologo di fiducia. Buona giornata

TAG: Ematologia | Farmacologia | Occhi | Oftalmologia | Vista
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!