Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-07-2017

Anticorpi antinucleo e gravidanza

Gentile Dottore, sono una donna di 33 anni e circa dieci anni fa sono risultata positiva agli anticorpi anti nucleo ANA, titolo 1:160, con ENA negativi. Nessuna positività a nessun altro marker di autoimmunità e nessun sintomo di malattia autoimmune in atto. Tutt'oggi il titolo degli anticorpi è rimasto invariato e per fortuna non ho sviluppato nessuna patologia autoimmune finora.
Ora sono incinta di 10 settimane. Non ho avuto problemi a rimanere incinta e la gravidanza procede bene. Volevo chiedere cosa è meglio fare in situazioni come la mia, un cui c'è una positività agli ANA asintomatica e non è presente una situazione di poliabortivita né problemi di fecondazione. È giusto somministrare comunque cortisonici in maniera preventiva oppure non ci sono abbastanza associazioni ANA e rischio di aborto o problemi in gravidanza in situazioni simili alla mia? La ringrazio anticipatamente

Risposta di:
Dr. Maurizio Simonelli
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

Avere una positività agli autoanticorpi a basso titolo, di solito, non è un problema, mentre fare cortisone in gravidanza può dare dei problemi. Faccia la sua gravidanza tranquilla controllando il titolo anticorpale mensilmente.

TAG: Biochimica clinica | Esami | Ginecologia e ostetricia | Gravidanza | Patologia clinica | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!