L’ESPERTO RISPONDE

aspetti il controllo

.Buonasera, scusi il disturbo e non so se potrà rispondermivorrei esporle l'esito della mia RM per un Suo parere.Sono maschio 52 anni e non ho mai avuto altro che qualche virus influenzale.Le elenco i sintomi che mi hanno portato all'esame:braccio sx addormentato dalla spalla alla punta delle dita;abbassamento della vista all'occhio sx;da alcuni... Leggi di più mesi stanchezza cronica;per due volte in un anno sono rimasto bloccato per (mi ha detto il dott. per telefono) lombosciatalgia;difficoltà di concentrazione;a volte perdita dell'equilibrio;sbalzi improvvisi di umore. Quando mi stiro non vedo più e perdo l'equilibrio.Il mio medico dopo aver letto l'esito della RM mi ha mandato dal neurologo, visita per il 6 aprile a Prato e mi ha detto che devo ripetere la RM questa volta con mezzo di contrasto fra un mese. Mi scusi ma io sono rimasto perplesso dal tono e dalle rassicurazioni che forse volevano evitarmi preoccupazioni anticipate.Mi scuso per il disturbo e Le sarei grato per una Sua gentile risposta. Risonanza magnetica encefalo e tronco encefalicoEsame eseguito con apparecchiatura da 1,5 tesla Magneton Avanto SiemensStruttura della linea mediana in asse.L’ampiezza delle cavità ventricolari è nei limiti di norma.Si evidenzia nelle sequenze T2 pesatecon maggior evidenza nelle acquisizioni FLAIR una sfumata alterazione di segnale che interessa la sostanza bianca sopraventricolare a sede parietale bilaterale con maggior evidenza a destra. Il reperto risulta di per se aspecifico potendo rappresentare in prima istanza una possibile area di maggior idrofilia della sostanza bianca stessa da non considerarsi patologica ma che va comunque correlata con eventuali anomalie specifiche in particolare in ambito neurofisiopatologico.Almeno altre due puntiformi alterazioni con le stesse caratteristiche si ritrovano in sede sovraventricolare in corrispondenza dei lobi frontali così come altri aspetti sembrano riscontrarsi all’altezza dei lobi temporali, questi ultimi individuabili come artefatti relativamente alla loro posizione e segnale.Non alteraqzioni a sede sottotentoriale.Gli spazi subaracnoidei risultano nei limiti di norma, così come le cisterne della base.CR: quanto descritto a livello encefalico merita di essere riconsiderato in opportuno ambito clinico neurologico e correlato con il quadro clinico generale per una corretta definizione.Potrebbe essere opportuno a giudizio del curante eventuale controllo a distanza in relazione all’evoluzione clinica.La ringrazio per l'eventuale risposta Mauro

Risposta del medico
Specialista in Neurologia

E' evidente che il neuroradiologo per primo non si sente di esprimere una diagnosi. Essendo bravo, ha preferito descrivere i reperti anomali e ha aperto una serie di ipotesi interpretative. Per stabilre una relazione tra quelle aree e i suoi sintomi, non è sufficinete elencare questi ultimi: i sintomi devono essere correlati ad eventuiali segni obiettivi, altrimenti è difficile porre delle conclusioni. Mi sembra che l'ipotesi più probabile, per... Continua il radiologo, è quella di artefatti (cioè altreazioni delle immagini non legate ad alterazioni reali del tessuto esaminato). Il controllo con il mezzo di contrasto sarà sicuramente esustivo. Le consiglio, se è possibile, di far refertare il controllo RM allo stesso radiologo.Saluti

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Neurologia
Prov. di Brescia
Specialista in Neurologia
Milano (MI)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Neurologia e Neurofisiopatologia
Perugia (PG)
Specialista in Neurologia e Fisiatria
Genova (GE)
Specialista in Neurologia e Psicologia e Psicoterapia
Palermo (PA)
Specialista in Neurologia
Genova (GE)
Specialista in Neurologia e Farmacologia medica
Termoli (CB)
Specialista in Neurologia e Medicina dello sport
Montesano sulla Marcellana (SA)
Specialista in Neurologia
Olbia (OT)