buongiorno, ho 70 anni, apparentemente ben portati, architetto, mi obbligo a fare concorsi pur di tenere la testa impegnata nella mia materia che mi appassiona. Conduco vita sana in campagna. 20 anni fa ho subito asportazione meningioma frontale ds con crisi di "assenza", tenute a bada discretamente - meno di un episodio all'anno, in doppia terapia: oxcarbazepina + barbesaclone. passaggio obbligato a gardenale senza problemi. Ultimo episodio due anni fa circa. Da più di due anni soffro di diplopia, acufeni, difficoltà di equilibrio, ultimamente giramenti di testa, nausea. Il dosaggio dell'oxcarbazepina viene leggermente ridotto e torno al barbesaclone senza grossi risultati. Meno torpore da gardenale, si', ma i disturbi non passano. A ultimo controllo RM leggo "ampliamento spazi subaracnoidei della convessità fronto parietale". E poi : non si riconoscono impregnazioni contrastografiche di significato patologico. Terrorizzata da quella frase "ampliamento... etc. Rischio demenza? Grazie