26-04-2018

Assenza di molari, che problemi comporta?

Salve, ho 22 anni, e 4 anni fa mi sono stati estratti entrambi i primi molari inferiori perché erano ormai completamente distrutti dalla carie. Il dentista mi disse che avrei dovuto fare gli impianti dopo i 21 anni (ovvero una volta finita la crescita). Adesso che potrei fare gli impianti, mi sto domandando se sia davvero necessario. In effetti, in questi 4 anni non ho avuto problemi senza i due denti (mi sembra di riuscire a masticare normalmente). Inoltre, ho l'impressione che spesso un impianto dentale porti con sè una serie di complicazioni, oltre al fatto che comunque un impianto non può durare tutta la vita (soprattutto se fatto a vent'anni).

Dunque la mia domanda è la seguente: l'assenza permanente di due primi molari inferiori può causare problemi a lungo andare? E quindi dovrei comunque fare gli impianti? Ci tengo a precisare che la mia perplessità non è dovuta ad una questione economica (per me, la salute viene prima di tutto), né tanto meno è dovuta alla paura dell'intervento chirurgico. Semplicemente credo che fare uno, anzi due, impianti possa crearmi un sacco di problemi. Grazie

Risposta

Buongiorno l'assenza di due molari implica sempre dei problemi sia a livello occlusale che parodontale. L'assenza di un elemento dentale può provocare una inclinazione degli elementi residui con alterazioni sia a carico dell'occlusione che della salute del tessuto di sostegno del dente. Penso che sia il caso che valuti col suo dentista quale possa essere la metodica più indicata, attraverso la quale sostituire gli elementi estratti.

Questo servizio di consulenza è offerto grazie alla collaborazione con
TAG: Bocca e denti | Giovani | Odontoiatria