03-11-2016

Astenia e nausea continua

Buongiorno, sono un ragazzo di 34 anni. Da maggio 2015 ho iniziato ad avvertire una sensazione di astenia/malessere tipo influenzale. Dopo un mese e mezzo affronto esami del sangue (emocromo,transaminasi gamma-gt, ves pcr ldh colesterolo, esame tiroide). Uniche voci sballate: Colesterolo 284/ gamma-gt 100 su limite 85. Come da 4 anni a questa parte anti-tpo alti ma altri valori della tiroide normali.

Ho scovato nel 2012 due noduli, per il radiologo non era necessario istologico. Quest'anno visita endocrinologica più eco, il dottore diceva che avevo possibilità dell'1% di avere una neoplasia, nel referto scrisse molto bassa. Da novembre 2015 senza che la stanchezza passasse mai mi sopraggiunse una nausea continua praticamente. Affrontate gastroscopia (gastrite antrale inattiva, con istologico niente H.P. ovvero per il gastroenterologo niente da segnalare) ed ecografia addome completa: niente da segnalare.
Gli ultimi esami del sangue li ho fatti a gennaio 2015 al pronto soccorso della mia città prima di fare gastro ed eco addome. L'unico mio dubbio erano i globuli bianchi: su limite 11 erano a 10,24. Per il resto (pcr bilirubina alt) tutto apposto. Ho fatto 3 visite gastroentorologiche ma non mi hanno ordinato altri esami. Il problema che questi sintomi ad oggi continuano ad essere presenti. Non so più cosa fare, vita azzerata. Non ho più il coraggio di affrontare altri esami. Chiedo un parere, cordiali saluti.
Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta
Senza visitare ed interrogare si ha poche possibilità di fare ipotesi azzeccate. Inoltre non so se sono stati ricercati i markers dell'Epatite virale e della Mononucleosi infettiva, in caso contrario lo consiglierei per escludere una infezione pregressa.
Comunque occorre senza dubbio abbassare i valori del colesterolo con una terapia ed una dieta adeguate e tenere sotto controllo il metabolismo lipidico e glucidico, ridurre il peso, se c'è un sovrappeso, e fare una moderata attività motoria. Provi anche ad assumere un procinetico prima dei pasti per provare a ridurre la nausea, ma occorrerebbe sapere molto di più sulle abitudini di vita e sullo stato di salute in generale, fisico e psicologico.

Per quanto riguarda la tiroide si tratta probabilmente di Tiroidite di Hashimoto, attualmente in eutiroidismo (cioè con normalità dei valori di TSH) e senza perciò necessità di terapia sostitutiva con levotiroxina ma da tenere sotto controllo. Senza scoraggiamenti dovrebbe però insistere e ampliare le ricerche per chiarire la causa del suo stato di malessere. Il suo medico ed il gastroenterologo di fiducia sapranno certamente indicarle il da farsi. Saluti e auguri.
TAG: Biochimica clinica | Esami | Gastroenterologia | Medicina generale | Patologia clinica