A mia madre di 88 anni è stata riscontrata a seguito di apposito test effettuato nel corso di una visita geriatrica una capacità cognitiva pari a 11 . A seguito di ciò la geriatra ha suggerito di farla assistere almeno per tutta la giornata (esclusa la notte) da una badante. Mia madre non accetta la situazione e ancora meno la possibilità di vivere con la mia famiglia e si è molto depressa . Secondo lei è possibile lasciarla nella sua abitazione con una nostra supervisione solo nelle ore dei pasti e per la somministrazione delle medicine ? In questo modo lei riacquisterebbe parte della sua libertà e autostima