21-04-2017

Bambini con tosse e febbre, che fare?

Scrivo per poter aiutare un'amica che ha 3 figli (7 anni la prima, 3 il secondo e 1 anno e mezzo l'ultimo) troppo spesso malati. Negli ultimi 6 mesi è andata in ospedale per 4 volte, hanno fatto analisi di ogni tipo (forse), sono stati sottoposti a cure che hanno dato risultati in apparenza validi, ma di fatto dopo pochi giorni dalla dimissione si ripresentano di nuovo all'interno delle mura domestiche gli stessi problemi: c'è chi ha la febbre, chi comincia a tossire, chi starnutisce.

Preciso che 2 bambini sono nati prematuri. Dalle analisi del sangue non viene fuori nessuna allergia pertanto i miei sospetti (non sono un medico) mi portano a pensare che questi bambini non hanno difese immunitarie oppure l'ambiente domestico (certamente non il massimo per igiene e pulizia) è deleterio alla loro salute. Ovviamente questa amica è depressa e non sa che tipi di controlli far fare. Chiedo urgente un consiglio. Grazie mille.

Risposta

Gentile signore, se i colleghi ospedalieri hanno indagato i bambini avranno di certo escluso un deficit immunitario congenito ed eventuali altre cause organiche che predispongono alle infezioni. Vista la stagione dell'anno, la numerosità dei figli, la prematurità e sopratutto il fatto che almeno due dei tre frequenteranno scuole e asili, il caso dei bambini può essere inquadrato nel capitolo delle IRR (infezioni respiratorie ricorrenti). Dovrebbero stare molto meglio questa estate e ammalarsi di meno il prossimo inverno. Questo sarebbe di conferma all'ipotesi IRR.
Esistono una infinità di prodotti in commercio per aiutare le difese immunitarie, ma nessuna ha mai dimostrato in maniera inequivocabile la sua efficacia. Verifichi solo che ai bambini sia stata dosata la vit D o che sia stato comunque dato un supplemento. Se così non fosse valuti con il pediatra se farlo.

TAG: Bambini | Malattie da raffreddamento | Malattie infantili | Pediatria