08-08-2017

Bambino con disturbo ossessivo compulsivo, quale terapia scegliere?

Mio figlio di 10 anni, attualmente in cura per DOC e ansia generalizzata (farmaci: mattina:50 mg Zoloft + 0.5 mg Tavor; la sera: 1 ml di Risperdal + 0,5 mg Tavor). Abbiamo iniziato 2 anni fa la cura per DOC con 0,5 di Risperdal, 0,25 di Zoloft e 0,25 Xanax. Da dicembre 2016 le dosi di Risperdal sono aumentate all'attuale 1 ml per peggioramento del DOC e siamo passati anche da Xanax a Tavor. Però in questo passaggio, il bambino ha avuto forti crisi depressive e voglia di farsi del male (nomina il suicidio), forse perché il neuropsichiatra ha prima fatto raddoppiare lo Xanax a 0,5 DIE e poi da un giorno all'altro 2 mg DIE di Tavor ora scesi a 1 mg DIE di Tavor.

Ora ha proposto il passaggio ad Abilify, perché forse il Risperdal non fa più effetto ma noi genitori propenderemmo per un aumento del Risperdal (max 2 ml) e comunque vogliamo attendere un miglioramento della depressione. Consigliate più Risperdal o passaggio ad Abilify 5mg? o insieme?

Risposta di:
Dr. Gianpiero Molucchi
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta

Effettivamente, specie nei bambini e ragazzi vi è un warning rispetto ad aripiprazolo. Credo non utile ma necessario un trattamento che coinvolga e supporti oltre che il ragazzino i genitori. Francamente porre la questione con i muscoli del farmaco spesso nasconde problemi relazionali. In bocca al lupo e collaborazione, mi raccomando.

TAG: Bambini | Neuropsichiatria infantile | Psicologia | Salute mentale | Terapie