16-03-2018

Scalaggio farmaco per disturbo ossessivo-compulsivo

Ho 50 anni e sono in cura al cim , ho un disturbo di personalità, e disturbo ossessivo compulsivo.

Assumo la seguente terapia: fevarin da 100 mg 1 cp la mattina e mezza la sera, lamictal da 50 mg 1cp la mattina, 1 cp il pomeriggio e 1 cp la sera, Zyprexa 1 cp la sera ed en da 1mg mezza compressa la sera. Il psichiatra mi ha detto che la prossima volta che ci vedevamo di diminuire lo zyprexa da 5 mg a 2,5 mg perchè mi causa diversi effetti collaterali come aumento della prolattina. aumento della fame con conseguente aumento di peso, aumento del colesterolo e disfunzione sessuale. Ora il mio psichiatra ho saputo che si è dimesso e non so a chi rivolgermi; per favore vorrei che mi diciate come scalare il zyprexa che prendo da 2 anni da 5 mg a 2,5 mg grazie in anticipo per la risposta.

Risposta di:
Dr. Gianpiero Molucchi
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta

Semplicemente si passa a 2,5 . Forse per qualche settimana potranno esserci sintomi astinenziali correggibili con BDZ. Fase che richiede seguimento psichiatrico. In bocca al lupo.

Ce la si fa.

TAG: Adulti | Anziani | Disturbi dell'umore | Farmacologia | Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!