Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

03-07-2006

Bronchite asmatica

10 anni fa mio suocero viene colto da infarto, viene portato in ospedale curato e dimesso, in questi 10 anni si lamenta che non riesce a respirare e curato da tanti medici per una bronchite asmatica cosa che con il tempo noi figli scopriremo che non era vero, lo sottopongono a una coronografia e i medici decidono di operarlo facendogli 3 bypass, una valvola un aneurisma e le coronarie anche se l'intervento era ad alto rischio si decide di operarlo mio suocero muore senza mai risvegliarsi vorrei capire se è stato giusto operarlo e se non si decideva sarebbe comunque vissuto visto che anche se si lamentava che non poteva respirare viveva comunque bene!
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
In assenza della documentazione clinica è difficile esprimere un parere riguardo al problema da lei proposto. In ogni caso, la descrizione del quadro emerso alla coronarografia permette di dire che senza dubbio la prognosi del paziente non sarebbe stata favorevole in assenza di intervento, e che d’altro canto l’intervento multiplo (bypass + resezione aneurisma ventricolare + sostituzione valvolare) si configurava ad alto rischio, come purtroppo si è confermato. Vorrei comunque dirle che quando noi medici poniamo l’indicazione ad un intervento lo facciamo al meglio delle nostre conoscenze e soppesando al massimo i rischi ed i vantaggi dell’intervento stesso, per cui mi sento di dire che sulla base degli elementi che lei mi comunica anch’io avrei probabilmente condiviso la decisione di operare. Forse il mea culpa dovremmo piuttosto farlo sull’apparente ritardo che c’è stato nel formulare la diagnosi, anche se l’associazione con una malattia polmonare rende comunque difficile una corretta interpretazione dei sintomi. Cordiali saluti.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!