15-06-2017

Bruciore alla gola e reflusso

Buongiorno, mi è stato diagnosticato del reflusso e attualmente sto seguendo una cura (iniziata sabato 4 giugno) per circa 30 giorni. Dalla visita è risultato: congestione ipofaringea da verosimile RGELa-ringeo, motilità cordiale nella norma e timpanometria a posto. Terapia x 30 gg: ESOPRAL - RIOPAN
Oltre alla terapia sto seguendo una dieta antireflusso prescritta da una nutrizionista. Ho eseguito anche una gastroscopia e mi è stato detto che la "valvola" non si chiude in maniera corretta. Helicobater, tiroide, esami del sangue e biopsie varie sono tutte nella norma.

Attualmente dopo 4 giorni di cura sento che sto iniziando a stare leggermente meglio (il senso di nodo in gola, difficoltà a deglutire, difficoltà respiratorie e senso di blocco sono diminuiti) ma rimangono due sintomi che mi provano veramente fastidio: il primo è il bruciore alla gola/cattivo alito prevalentemente alla sera e al mattino, il secondo è un senso di forte pressione (nonostante la timpanometria sia ok) alle orecchie e poche volte anche nel naso. Oltre che fastidioso è ovviamente anche doloroso e a volte incide sul mio umore. Le orecchie si "stappano" e si "riattappano" più volte nell'arco della giornata e tendono a stapparsi anche dopo alcune eruttazioni.
Ecco quello che volevo chiederle e se questa sensazione di fastidio alle orecchie è legata al reflusso e al fatto che sono visibilmente infiammata e se ci sono dei rimedi per cercare di alleviare questo fastidio. Grazie mille

Risposta di:
Dr. Paolo Pantanella
Specialista in Gastroenterologia e Pediatria
Risposta

È teoricamente possibile, ma per diminuire quel tipo di infiammazione ci vogliono settimane. Mi permetto di commentare che se ha ancora un alito cattivo ho dubbi sull'efficacia della sua dieta per il reflusso.

TAG: Gastroenterologia | Nutrizione