Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Bruciore di stomaco: cause e rimedi

bruciore di stomaco cause e rimedi
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor

Il bruciore di stomaco è uno dei disturbi più diffusi, fastidioso anche solo a sentirne parlare. Un malessere, dalla durata variabile e di diverse tipologie che interessa moltissime persone. La sensazione del bruciore si manifesta, solitamente, alla bocca dello stomaco, in quella che è la parte inferiore del petto.

Che cosa provoca il bruciore di stomaco

Mangiare in modo pesante concorre al manifestarsi di questo malessere, pertanto una dieta equilibrata può essere un valido aiuto sia nella prevenzione sia nella cura del disturbo; è consigliato, in particolare, seguire una dieta dissociata proprio per agevolare il processo digestivo, cercando di evitare le combinazioni di alimenti che possono risultare, in qualche modo, “azzardate”. Ma quali sono le cause del bruciore di stomaco? Prima di tutto i cibi grassi e piccanti, che andrebbero evitati, così come alcune bevande (caffè e tè in primis); inoltre, carne rossa, formaggi, cioccolato, pomodori possono contribuire ad aumentare l’acidità.

Allo stesso tempo, non vanno sottovalutati altri aspetti che causano il bruciore di stomaco: dalla presenza di batteri che “colonizzano” il tratto gastrointestinale (come ad esempio l’Helicobacter pylori, che comporta una terapia farmacologica mirata) allo stile di vita e allo stress (una triste “consuetudine” della vita al giorno d’oggi). Il problema del bruciore di stomaco può essere anche legato all’utilizzo di determinati farmaci, ai cambiamenti ormonali nel corso dell’adolescenza oppure durante la gravidanza.

Leggi anche:
Spesso asintomatica, la gastrite è l'infiammazione della mucosa dello stomaco causata dall'azione di un batterio e di farmaci aggressivi.

Rimedi naturali contro il bruciore di stomaco

Tra i rimedi naturali più efficaci per combattere il bruciore di stomaco va segnalato lo zenzero, un antinfiammatorio prezioso. Questa radice rappresenta un vero e proprio toccasana per il benessere gastrointestinale. Sotto forma di tisana, ma anche masticandone un pezzetto, lo zenzero può essere di aiuto nel calmare i bruciori di stomaco, supportando nella digestione ed alleviando l’eventuale sensazione di nausea.

E ancora, un piatto di finocchi – cotti oppure crudi – rappresenta un’ottima soluzione naturale per neutralizzare il fastidio (poiché favorisce la digestione), così come un alimento utile è il sedano – ricco d’acqua e fibre e con un ridotto apporto calorico – che sostiene l’apparato digerente nella produzione di saliva.

Anche la tisana alla menta costituisce un rimedio utile per il bruciore di stomaco (in alternativa si possono masticare alcune foglie fresche di menta), al pari della liquirizia, una soluzione naturale ed efficace. Per chi ama le mandorle, una notizia interessante e salutare: mangiarne alcune dopo i pasti è ritenuto un rimedio utile per prevenire e alleviare il bruciore di stomaco. Spesso, soprattutto dopo un pranzo o una cena abbondanti, si ricorre al cosiddetto “canarino” (bevanda a base di limone) utile per favorire la digestione e per scacciare lo spauracchio del malessere allo stomaco.

Bruciore di stomaco: quando consultare il proprio medico di base

Ma se il bruciore di stomaco si verifica di frequente o è duraturo – e causa dolore – è necessario (indipendentemente dall’efficacia dei rimedi naturali citati) rivolgersi al proprio medico di base. Quest’ultimo, dopo la visita, sarà in grado di indirizzare alla visita specialistica più indicata, nonché ad esami oppure testi diagnostici.

Vuoi ricevere consigli personalizzati per prevenire il mal di stomaco?

Paginemediche mette a disposizione consigli e strumenti personalizzati per aiutarti a scegliere cosa mangiare e cosa fare per avere uno stile di vita più salutare e prevenire bruciore di stomaco dovuto a cattive abitudini alimentari. Inoltre, registrandoti, avrai la possibilità di chiedere un consulto gratuito ai medici e nutrizionisti presenti sulla piattaforma. Per iniziare, calcola il tuo indice di massa corporea con lo strumento che trovi di seguito e scopri la tua Area Personale.

 

Per approfondire guarda anche: “Ulcera allo stomaco”

01/06/2018
22/11/2017
TAG: Adulti | Anziani | Esami | Gastroenterologia | Medicina generale | Nutrizione | Prevenzione
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor