30-04-2008

Buon giorno mio marito soffre di prolasso

buon giorno mio marito soffre di prolasso congenito alla valvola mitrale ultimanìmente da controlli effettuati la diagnosi è stata insufficenza grave con prolasso di entrmbi i lembi del lp scallop centrale e laterale con rottura di almeno 2 corde, pero' non ha nessun sintomo cammina normalmente anche in montagna senza problemi, gli hanno detto che sarebbe bene ripare la valvola ma è proprio necessario oppure pu' andare avante cosi tutta la vita, se non facesse l'intervento a cosa puo' andare incontro. l'eventuale intervento è molto complesso, cosa puo' rischiare? grazie mille della sua disponibilità
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Se l’ecocardiogramma è stato fatto bene ed esistono i criteri di sostituzione valvolare l’intervento sembra necessario. Oltretutto, in una fase ancora di buon compenso può risolvere ogni problema ed essere a basso rischio. Comunque, è necessario che un cardiochirurgo le quantifichi rischi e benefici. Non vorrei che i dubbi non siano frutto della sfiducia verso il chirurgo. Se è così, ne consulti un secondo.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare