Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

03-10-2006

Buon giorno. sono il sig. pasquale, residente in

Buon giorno. Sono il Sig. Pasquale, residente in Nocera Superiore, provincia di Salerno. Diagnos: CMPD primitiva. Severa disfunzione sisto-diastolica del ventricolo sinistro. Impianto di Cardioverter-Defibrillatore monocamerale. F.A. persistente. Trombosi atriale. Adenoma prostatico. Gentilmente vorrei avere una risposta sul suindicato. Si può avere un operazione per migliorare, oppure se si può intervenire sul ventricolo sinistro? Aspetto una vostra risposta al più presto possibile, vi ringrazio per la vostra disponibilità. Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il suo cuore si è dilatato ed ha perso molta della sua capacità di contrarsi e di pompare il sangue (disfunzione sisto-diastolica) a causa di una malattia del muscolo cardiaco della quale ancora non si conosce la causa (cardiomiopatia dilatativa primitiva). Siccome in questi casi possono esserci aritmie ventricolari pericolose per la vita, Le è stato impiantato un dispositivo (il defibrillatore) in grado di interromperle, se si dovessero presentare. Inoltre Lei ha un’aritmia cronica benigna, la fibrillazione atriale (FA) e un coagulo nell’atrio (trombosi atriale), per cui sicuramente Le sarà stato prescritto un anticoagulante (Sintrom o Coumadin) per evitare eventuali emboli. Nei casi come il suo la cura non è chirurgica, ma medica, basata sui farmaci e su alcune norme di comportamento che il suo cardiologo Le potrà indicare.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!