Buona sera, alla fine del mese di febbraio 07, mi si è manifestato un gonfiore enorme ai piedi esattamente al collo del piede con dolori che partivano dalla parte lombare della spina dorsale fino alle gambe non riuscendo più a camminare, così sono andata da un reumatologo che toccandomi quasi sotto le ascelle ha riscontrato tramite lastra la presenza nei polmoni di "linfociti" detti a patata (sarcoidosi). ora sto prendendo del cortisone, i dolori sono passati il gonfiore dei piedi è scomparso e anche la mia pancia-fianchi si sono ridimensionati, sono ancora sotto controlli ma gli esiti risultano tutti negativi dagli anticorpi anti nucleo - ena -ssa-ssb-dna.....valoro glucosio 72Complemento fraz. C3 mg/dL109Fraz. C4 mg/dL 20anticitrullina minore di 25(da ignorante in materia credo siano positivi nel senso buono) mi chiedo pertanto come il mio corpo abbia fatto a riscontrare tale malattia, ho letto che è tipica dei paesi scandinavi o comq del nord e pensandoci nell'estate 2006 andando A Strasburgo-francia ho sofferto per un asettimana di CISTOPIELITE ACUTA che con la somministrazione di farmaci passò. a NOvembre e tutto Dicembre ho sofferto di tosse continua tanto che in ufficio mi portavo l'umidificatore,in macchina giravo con i finestrini giù ed in cassa spegnevo i caloriferi perchè non riuscivo a respirare. a gennaio poi ho sofferto ancora di cistite ma ciò i dottori come per la cistopielite mi hanno detto che era dovuto al fatto che bevo veramente poco (ma io personalemente non ne sento il bisogno) e a febbraio poi questo. Può essere che il mio primo malessere fosse una manifestazione iniziale della Sarcoidosi così come le altre?? le analisi del sangue che ho sempre fatto (sono donatrice di plasma) hanno sempre riscontrato una strana anemia perchè le dimensione dei globoli bianchi e rossi sono perfette (da quel che mi hanno detto i medici) forse è dovuta anche questa alla sarcoidosi (avviso che sono molto irregolare nel mio flusso, salto anche 8 mesi senza nessun cenno, che tutto sia ricollegbile??).Ultima domanda, il mio ragazzo a 18 ha sofferto di mononucleosi lui ora ne ha 31 e stiamo assieme da 4 anni, dice di non avere più nulla ne di poterla trasmettere, ma E' realmente sicuro ciò? o può essere che qualcosa mi abbia "contaggiato", ed eventuali figli che problematiche potrebbero avere se ad esempio la mia sarcoidoi divenisse cronica??grazie e scussi se sono stata troppo prolissa.