Buona sera, sono una ragazza di 32 anni e il mio problema è il seguente:in circa due mesi ho perso 12 kg (da 52 kg sono arrivata a 40 kg). Andavo in bagno anche 6-8 volte al giorno ed inizialmente ho dato la colpa allo stress. Poi mi sono rivolta al medico che mi ha fatto fare una gastroscopia. Nel referto l'unico problema è stato evidenziato nel DUODENO: bulbo ampio. La mucosa della seconda porzione duodenale presenta un aspetto subatrofico. Sono state eseguite due biopsie e il referto di queste è stato il seguente: Rvilli/cripte normale; presenza di un infiltrato flogistico cronico linfo-plasmocitario della tonaca propria e minimo aumento dei linfociti intraepiteliali CD3+. Ho fatto le analisi del sangue per la celiachia e sono risultata negativa. L'analisi delle feci negativo. Analisi ed ecografia tiroide ok.Allora ho fatto le analisi del sangue per le allergie alimentari e per quanto riguarda il grano (che mangiavo quotidianamente) il valore è stato: 0,35 (indicato come sufficienza). Ho fatto il test per le intolleranze alimentari e i risultati sono stati: reazione importante a: grano, riso, mais, lievito di birra, maiale, uova, lattuga, peperoni, pomodoro, limone, mela, pesca, uva, caffè, zucchero; reazione lieve a: orzo, cicoria, melanzana, pera, arachide, mandorla, noce, thè, zucchero. Tutti alimenti che mangiavo quotidianamente. Mi sono rivolta ad una nutrizionista che mi ha consigliato di seguire per 2 mesi una dieta che escludesse tutti questi alimenti per sistemare la mucosa intestinale e ridurre lo stato infiammatorio ma ho perso altri 2kg (essendo una dieta abbastanza povera). Inoltre mi ha fatto fare un trattamento naturale con olii essenziali di santoreggia, betulla, cannella ed assunzione di sibios4 e colostrum. Eliminando tutti questi alimenti sto meglio (vado in bagno 4 volte al giorno ma non prendo peso e comincio ad essere un pò troppo magra).Vorrei sapere cosa mi consiglia di fare lei. Se la mia condizione intestinale è conseguenza dell'allergia la grano o se sono altri i fattori che possono incidere. Se devo fare ulteriori esami (es. colonscopia). La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti. Elisa