30-01-2006

Buonasera professore, innanzitutto ringrazio per

Buonasera Professore, Innanzitutto ringrazio per la cortese risposta professionale e sollecita che è stata data alla mia domanda HH/3A46066 e mi permetto di abusare della vostra gentilezza ulteriormente. Poichè, come lei stesso dice, sviluppo fibrosi anche con Transaminasi piuttosto basse (le ultime addirittura rientravano nella norma) mi viene consigliata la Terapia interferonica? La informo che l'avevo già iniziata facendo parte di uno studio: Pegasys 180 mmg, poi a 135 poi a 90 mmg. settimanale, abbinata a Lamivudina giornaliera, con EFFETTI COLLATERALI molto evidenti. Per un interevento chirurgico ho dovuto sospendere la cura dopo tre mesi, poichè carente di glubuli bianchi, emoglobina e piastrine. nell'ultimo mese ero già negativizzata! Se è vitale riprendere la cura lo farò anche se so che andrò incontro (purtroppo) a forti effetti collaterali... Dimenticavo, nell'ultimo anno, dall'ercografia epatica mi è stato riscontrato un polipo di 8 mm. alla parete posteriore della colecite. Può aggravare la situazione? Ho sentito pareri discordanti a proposito di un eventuale rimozione chirurgica: molti dicono che è meglio farlo perchè potrebbe evolvere in tumore, altri sono contrari se lo stesso non da particolari problemi, lei cosa consiglia? Grazie ancora e cordiali saluti.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Le consigliamo di riprendere, se possibile, la terapia con IFN e RBV, interrotta prematuramente in precedenza. Inoltre non riteniamo indicato l’intervento chirurgico di rimozione del polipo in assenza di una sintomatologia specifica.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!